P2p: meglio patteggiare?

luglio 1, 2007

Bell’articolo di ZeusNews che aggiorna sulla situazione major vs utenti di file sharing.

Anche in Svizzera vanno di modo i software per identificare gli utenti, per poi proporre loro “comodi patteggiamenti”.

Articolo su Zeus News (con a fondo pagina i link ad altri post sull’argomento).

Detto meglio, nuovi rilevamenti statistici indicano che il traffico HTTP ha superato, di nuovo, quello generato dai protocolli/reti/programmi di file sharing. Il motivo? Il grande successo di YouTube. Responsabile, da solo, del 10% del traffico http mondiale.

Fonte (in inglese): Techdirt.

(La questione del traffico generato dal p2p è rilevante e molto calda, visto che i grossi provider di contenuti stanno spingendo fortemente per imporre norme/accordi mirati a  “declassare”  lo scambio di dati via file sharing – accusato di “saturare” le reti)

Ottima intervista di Punto Informatico a Fabrizio Saviano, docente e programmatore di WhoShare. Tool innovativo per tracciare e contrastare lo scambio illegale di contenuti in rete tramite reti peer to peer, che interessa ad aziende e governo.

L’intervista di Alfonso Maruccia su Punto Informatico